Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Procedendo ad utilizzare il sito, anche rimanendo in questa pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

AIRMAIL: dipinti di Giorgio Ramella

on 08 Novembre 2013

Museo dell'Aeronautica Gianni Caproni - Trento

Mostra di dipinti dell’artista Giorgio Ramella.

AirMail
Una mostra per il ventennale del Museo Caproni

Dal 4 ottobre 2012 al 3 marzo 2013
Inaugurazione: mercoledì 3 ottobre, ore 18.30

Museo dell’Aeronautica Gianni Caproni
Trento – Via Lidorno 3

Sono passati vent’anni da quando – il 3 ottobre 1992 - il Museo dell’Aeronautica Gianni Caproni apriva i battenti nella sua sede attuale, a Mattarello, per raccogliere ed esporre la collezione di rilievo mondiale di aeroplani e cimeli storici raccolti dalla famiglia Caproni nel corso degli anni. Per celebrare questa importante ricorrenza il museo propone “AirMail” una mostra di dipinti dell’artista Giorgio Ramella.
La mostra non è solo l’esposizione di dipinti sul tema del volo in terre lontane: i dipinti di Giorgio Ramella esposti presso il Museo dell’Aeronautica Gianni Caproni – in dialogo diretto con gli aerei storici della collezione – sono l’occasione per una riflessione da parte del visitatore, non solo sulla poetica pittorica dell’autore, ma anche sulle tematiche collaterali a cui le sue opere si rifanno: la posta aerea, la collezione aeronautica, i risvolti storici dei sorvoli di quelle terre distanti, in un tempo oggi lontano.

E per coloro che preferiscono godere della sola suggestione artistica, il percorso espositivo offre la possibilità di guardare ai pezzi della collezione aeronautica con occhi diversi. Scorci della collezione aeronautica Caproni, sono stati infatti interpretati in chiave artistica e riportati su cartoline che il visitatore è invitato a prendere per scrivere un messaggio da trasmettere agli altri visitatori.

Art9a       Art9b 

Analogamente, prima di lasciare il percorso espositivo, il visitatore può prelevare da un sacco postale, ispirato a quelli originariamente impiegati per il trasporto della posta aerea, una cartolina inviatagli da chi prima di lui ha visitato la mostra. Le cartoline rappresentano scorci artistici di velivoli e dettagli espositivi del Museo, punti di vista caratteristici che il pubblico può spontaneamente fare propri e declinare secondo il gusto e il proprio pensiero.
Negli stessi spazi, il visitatore può utilizzare le postazioni di simulazione di volo presenti stabilmente in Museo, che per l’occasione permetteranno di simulare il pilotaggio di alcuni velivoli storici.