Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Procedendo ad utilizzare il sito, anche rimanendo in questa pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

26 Gennaio 2014 Presentazione del libro "Chi vola vale" e ricostruzione virtuale dell'Idroscalo di Orbetello ai tempi delle Crociere

Domenica 26 Gennaio Presso il Museo dell’Aeronautica Gianni Caproni alle ore 15.00 verrà presentato lo studio di due ricercatori del Dipartimento di Antichità, Filosofia, Storia dell’Università di Genova, Fabio Caffarena e Carlo Stiaccini, intitolato "Chi vola vale. L’immagine della Regia Aeronautica nell’archivio del generale Cagna", pubblicato dall’Ufficio Storico Stato Maggiore Aeronautica nel 2013. Il volume ripercorre un ventennio cruciale della storia d’Italia – dai primi anni Venti al Secondo conflitto mondiale – attraverso l’archivio privato di uno fra i più noti aviatori dell’epoca, pilota e stretto collaboratore di Italo Balbo. La ricerca, che utilizza anche documenti conservati presso l’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Aeronautica, l’Archivio Centrale dello Stato ed altre istituzioni, intende inquadrare la carriera militare del generale Stefano Cagna, coincidente con la parabola del fascismo, in un contesto di storia sociale più ampio ed articolato, ricostruito anche grazie ad un lungo racconto per immagini in gran parte inedito. La storia della Regia Aeronautica e dei suoi protagonisti consente di indagare il complesso meccanismo propagandistico sperimentato dal regime con le imprese aeree, in particolare le trasvolate atlantiche del 1930-1931 (Italia-Brasile) e del 1933 (Italia-Stati Uniti, in occasione dell'esposizione universale Century of Progress di Chicago), utilizzate come efficaci ed affascinanti strumenti per la creazione di un diffuso immaginario di potenza legato al volo fino allo scoppio della guerra e al tramonto di ogni illusione. A partire dalle ore 16.30 alcuni degli eventi raccontati nel libro, anche attraverso numerose fotografie, potranno essere ripercorsi grazie alla visita virtuale in 3D dell’idroscalo toscano di Orbetello, così come si presentava il giorno della partenza della crociera atlantica, il primo luglio 1933: oggi rimane ben poco del vecchio idroscalo, teatro del decollo di una delle più importanti imprese aviatorie dell’Aeronautica italiana e mondiale, poiché gran parte delle infrastrutture sono andate distrutte nel corso degli anni. La ricostruzione virtuale, curata dall’Ufficio Storico dell'Aeronautica Militare – Sezione Divulgazione Storica Multimediale, rappresentato dal Ten. Col. Paolo Nurcis, è stata realizzata grazie a scrupolosi rilevamenti sul posto e ad approfondite ricerche negli archivi fotografici: sarà così possibile fare un salto indietro nel tempo mediante filmati e fotografie, visitare gli hangar, passeggiare all’interno dell’idroscalo e conoscere gli equipaggi di quell’epica impresa, salire sui velivoli insieme a Italo Balbo e Stefano Cagna e fare con loro un volo nella storia.