Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Procedendo ad utilizzare il sito, anche rimanendo in questa pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Comunicato Stampa 25.11.2013

L’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la mostra GABRIELE d’ANNUNZIO AVIATORE La mostra storica che racconta l’esperienza aeronautica di uno dei protagonisti del Novecento è stata inaugurata con successo e ottiene oggi due preziosi riconoscimenti Ancora un riconoscimento a livello istituzionale per la mostra GABRIELE d’ANNUNZIO AVIATORE, inaugurata lo scorso sabato davanti a un folto pubblico e alle autorità locali e nazionali e parte delle celebrazioni per il 150° anniversario della nascita di Gabriele d’Annunzio e delle commemorazioni per il Centenario della Grande Guerra. È notizia di oggi, infatti, la concessione dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e del Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’esposizione che, per la prima volta, offre una visione completa dell’esperienza del Vate in campo aeronautico. In mostra, nelle sale del museo riallestite per l’occasione e ampliate grazie alla riapertura dell’hangar a nord, una serie di prestiti di opere selezionate da importanti realtà museali italiane che affiancano un ricco corpus di autografi e cimeli dannunziani appartenenti alle collezioni permanenti del Museo e per la prima volta esposti al pubblico. Il riconoscimento va ad aggiungersi al logo ufficiale delle commemorazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale concesso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al patrocinio del Comune di Trento e del Ministero della Difesa, al patrocinio del Ministero per gli Affari Esteri e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L’inaugurazione della mostra, lo scorso sabato 16 novembre, è stato un successo importante sia per la partecipazione di pubblico che per la presenza delle istituzioni, prima fra tutte del Consigliere del Sottosegretario di Stato e Coordinatore generale delle commemorazioni della Prima Guerra mondiale, dott. Paolo Peluffo, che ha riconosciuto nell’inaugurazione della mostra al Museo dell’Aeronautica Gianni Caproni il primo appuntamento del fitto programma di attività per commemorare il centenario Prima Guerra Mondiale. A seguire, Tiziano Mellarini - alla prima uscita in veste di assessore alla cultura della Provincia autonoma di Trento – ha ricordato come la riapertura hangar a nord del museo, che ospita oggi ulteriori 8 preziosi velivoli che prima non trovavano spazio fisico nella struttura del museo, sia una testimonianza dell’ attenzione sempre dimostrata dall’ amministrazione pubblica nei confronti di questo importante tassello della storia culturale e museale trentina, nonché dell’impegno a completare il progetto di ampliamento del museo e di dare un giusto riconoscimento a un personaggio come Gianni Caproni. Ha chiuso il momento dei saluti istituzionali, l’assessore del Comune di Trento per le materie della Cultura, turismo e giovani, Andrea Robol, che ha messo in evidenza come sia renda sempre più necessario costituire una rete tra i musei della città, anche stabilendo delle connessioni logistiche che favoriscano la circuitazione tra le varie sedi. La mostra resterà ora visitabile fino al 30 marzo.