Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Procedendo ad utilizzare il sito, anche rimanendo in questa pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

“Strappati all’oblio” si è sviluppato come progetto biennale con lo scopo di recuperare, conservare e valorizzare una consistente parte del fondo di pellicole cinematografiche storiche della collezione museale. La collezione Caproni – alla quale il fondo di pellicole appartiene – è la più antica al mondo a tema aeronautico. Costituita a partire dagli anni Dieci del Novecento, nel periodo in cui il trentino Gianni Caproni muoveva i suoi primi passi nel campo dell’aviazione, è dal 2012 patrimonio pubblico inalienabile della Provincia autonoma di Trento.
Sin dall’epoca dell’acquisizione della Collezione “Caproni”,  fu chiara l’importanza di salvaguardare questo importante patrimonio. Tuttavia, molte di queste pellicole non erano nella condizione di poter essere riversate senza preliminari interventi di preservazione dei supporti, operazione che necessitava di uno specifico progetto di restauro. Di concerto con la Soprintendenza ai Beni culturali della Provincia autonoma di Trento si è quindi proceduto a formulare un programma di conservazione e riversamento digitale che ha visto, nel biennio di durata del progetto, il coinvolgimento di importanti realtà accreditate nel settore a livello nazionale.
La raccolta di pellicole storiche è composta da circa 190 pezzi (dei quali circa una sessantina sono quelli oggetto del presente progetto), di diversi formati, che coprono un arco temporale che va dai primi del Novecento al 1985 ed è relativa a riprese riconducibili alla storia industriale del marchio Caproni, come ne caso di quelle relative a collaudi di nuovi velivoli o a visite agli stabilimenti da parte delle autorità politiche e militari dell’epoca. Non mancano, tuttavia, numerosi e commoventi scorci di vita familiare di Gianni Caproni con la moglie Timina Guasti in momenti privati con i loro figli al mare, nella campagna romana o nel cortile della villa di Venegono.
L’identificazione puntuale delle pellicole cinematografiche storiche, la loro inventariazione, il riversamento in formato digitale delle immagini girate e la creazione di una banca dati, hanno finalmente permesso di dare contezza del valore di tale fondo e testimoniare l’impegno profuso in questi anni per far riemergere alla pubblica fruizione il vasto patrimonio storico-aeronautico (cinematografico, fotografico, storico-artistico, archivistico e librario) custodito dalla Provincia autonoma di Trento e dal Museo dell’Aeronautica Gianni Caproni.
L’inventario che segue rappresenta l’esito di immediata fruibilità di questo percorso di recupero del patrimonio storico culturale sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto.

Per approfondimenti sul progetto, si allega anche il programma della giornata di studi, dal titolo “Strappati all’oblio”, che si è tenuta a conclusione del progetto, nell’ottobre 2016 (flyer dell'evento pag.1, pag.2)
 
(clicca per sfogliare)
 
Per informazioni di dettaglio sulle pellicole riversate o, più in generale, per l’eventuale richiesta di utilizzo delle stesse, gli interessati dal sito sono invitati a rivolgersi – mediante l’invio di una richiesta all’indirizzo email museo.caproni @muse.it – al Museo